a cura di Andrea Bacchi, Laura Cavazzini, Aldo Galli, Susanna Zanuso

Convegno aperto al pubblico
Webinar in diretta Facebook

24 settembre 10.00-13.30|15.00-18.00 https://us02web.zoom.us/j/83459504733
25 settembre 9.30-13.30|15.00-17.30 https://us02web.zoom.us/j/86067612227

Bologna, Fondazione Federico Zeri

Ancora qualche posto disponibile in sala, per riservare scrivere a Ricordiamo che sarà possibile seguire tutto il convegno in diretta streaming e che la registrazione sarà resa disponibile sul canale YouTube della Fondazione Zeri.


Il convegno presenta contributi inediti di giovani studiosi su temi di scultura dal Gotico al Manierismo in un’area che spazia dalla Lombardia alla Liguria, dal Veneto all’Emilia. Le due giornate costituiranno l’occasione per presentare novità su maestri celebri come Giovanni di Balduccio, Jacopo della Quercia, Antonio Begarelli, Girolamo Campagna, ma anche per far luce su personalità artistiche finora più sfuggenti e contesti figurativi solo di recente riscoperti.


Programma

Giovedì 24 settembre: https://us02web.zoom.us/j/83459504733

10.00
Sessione I – presiede Laura Cavazzini

Elisa Eccher, Università di Trento
L’attività di Giovanni da Campione tra il lago di Como e Tradate

Francesca Girelli, Università di Genova
«La plus triumphante sepulture qu'il est possible au monde veoir»: Giovanni di Balduccio e l’Arca di Sant’Agostino in San Pietro in Ciel d’Oro a Pavia (circa 1350-ante 1380)

Federica Siddi, Università di Trento
Aggiunte al tardogotico lombardo: due Vergini lignee

Carlo Cairati, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano
«Lo tabernacolo facto con legname, ornato d’oro et de picture che se ha ad fare in la chiesa de Madonna Sancta Maria al Monte» (1475-1482). Un punto fermo per la scultura lignea lombarda

15.00
Sessione II – presiede Aldo Galli

Carlo Cavalli, Museo Diocesano di Padova
Scultura in terracotta del Rinascimento a Padova. Nuove acquisizioni e problemi aperti in occasione della mostra A nostra immagine

Matteo Facchi, Società Storica Cremasca
Qualità e industria in Rinaldo de Stauris: la Madonna col Bambino della rocca di Soncino

Marco Scansani, Scuola Normale Superiore di Pisa
Ludovico Castellani, scultore ritrovato dell'Officina Ferrarese

Luca Annibali, Scuola Normale Superiore di Pisa
Due statue di Antonio Begarelli a Bologna


Venerdì 25 settembre: https://us02web.zoom.us/j/86067612227

9.30
Sessione III – presiede Susanna Zanuso

Paolo Cova, Università di Bologna
Il Tondo Ludovisi: un capolavoro bolognese di Jacopo della Quercia

Elena Cera, Università di Padova
Una Madonna col Bambino di Bartolomeo Buon a Francoforte

Massimo Negri, Accademia Olimpica di Vicenza
Dal buen retiro di Petrarca alla terra natale di Cavalcaselle. Sulle tracce di Pietro Lombardo nella provincia veneta

Michela Zurla, Palazzo Ducale di Mantova
Scultura genovese o scultura a Genova? Alcune riflessioni sull’attività di Giovanni da Bissone e Michele D’Aria nella seconda metà del Quattrocento

Lorenzo Principi, Fondazione Marignoli di Montecorona
Alessandro della Scala e l’autoritratto in Lombardia all’inizio del Cinquecento

15.00
Sessione IV – presiede Andrea Bacchi

Gabriele Langosco, Fondazione Roberto Longhi
Bernardino Novi: scultore a Genova tra la Lombardia e la Spagna

Luca Siracusano, Università di Teramo
L'ultimo Girolamo Campagna e la fortuna della scultura veneta nelle Marche: intorno al Quos ego di Senigallia

Fernando Loffredo, University of Colorado Boulder
Martino Regio da Viganello e le materie della scultura

Francesca Padovani, Università di Trento
«Gio. Todescho scultore»: notizie inedite sull’attività di Hans Reichle


Fondazione Federico Zeri
piazzetta Giorgio Morandi 2
40125 Bologna